S is for Stanley – La storia di un’amicizia!

Arriverà domani, 30 Maggio al cinema come evento speciale, la nuova pellicola di Alex Infascelli vincitore del premio “Miglior Documentario” agli ultimi David di Donatello.

S is for Stanley, è la storia dell’autista personale del grande cineasta Stanley Kubrick ossia Emilio D’Alessandro, un rapporto fra i due inizialmente professionale iniziato a Londra nel 1971 e che poi sfociò in un’ amicizia profonda.

Un’amicizia talmente forte e duratura che portò il regista Newyorkese a renS is for Stanleydere omaggio al suo grande amico nell’ultimo suo capolavoro ossia “Eyes Wide Shut”, attraverso l’uso come cameo sia di Emilio che della sua famiglia e del suo nome messo nel film ad un bar in cui uno dei protagonisti della pellicola Tom Cruise si reca.

Semplicemente la storia di un’amicizia apparentemente fra due poli opposti che si attraggono che ha attraversato più di 30 anni della loro esistenza.

Alex Infascelli torna con questa pellicola vincendo per la seconda volta il David Di Donatello (già conquistato nel 2000 con Almost Blue) essendo stato come disse stesso lui in un intervista folgorato e ammirato da questa storia piena di valori di vita, di sentimenti e di emozioni.

La pellicola verrà distribuita da Feltrinelli Real Cinema e da Wanted, prodotto fra gli altri da Kinethica, con una colonna sonora, la prima originale del musicista scozzese John Cummings, uno dei membri principali dei Mogwai (produttori della colonna sonora della serie televisiva francese Les Revenants).

Ricordiamo che il film è tratto dal libro “Stanley Kubrick e me” di Filippo Ulivieri.

Sarà molto interessante vedere al cinema, anche se solo per un giorno, questa storia che può sembrare apparentemente scontata e banale fra due persone, ma che ci immerge nel lato umano di uno dei più grandi cineasti di tutti i tempi, e nella visione della star Hollywoodiana da parte di un semplice autista che oltre a stare, come dice la locandina nel film trent’anni dietro al volante per Stanley Kubrick, è diventato anche un confidente, un consigliere, magari una spalla su cui piangere in momenti di difficoltà. Semplicemente, un amico.

Un articolo di Stefano Valva

Precedente Lui è tornato – Una satira politica su Adolf Hitler? Successivo La Pazza Gioia - Ennesimo capolavoro di Virzì?